Buone pratiche in SEO | Servizi Internet di Transalpine

Transalpine ha un reparto specializzato nel campo di ottimizzazione dei siti internet. Spieghiamo qui come il Content Engineering può migliorare le prestazioni del tuo sito nei risultati dei motori di ricerca.

Ritornare al Index

Buone pratiche in SEO

Ecco un elenco di fattori che aumentano la classifica di un sito o le sue pagine indiviudali nelle SERP:

  • Parole chiave: molto importante nel tag title. Le prime parole del titolo portano più peso, e keyword stuffing (inserire parole chiave dappertutto innaturalmente) è sconsigliato. Parole chiave nel corpo della pagina sostengono le parole chiave del titolo. Questo è essenziale per l'analitica semantica, in quale gli algoritmi prendono in considerazione che il corpo del testo dovrebbe contenere un discorso dei temi principali, e non solo un'elenco delle parole chiave.
  • Testi di ancoraggio: il testo che appare nel collegamento ipertestuale, che gli utenti leggono per decidere se seguire la deviazione, è molto importante. Questo è vero sia per i link in uscita e in entrata. Fare buon uso di questa opportunità per spiegare il valore del sito con le parole chiave. Evita usare testi d'ancoraggio di scarso valore come 'Per saperne di piu' e 'Clicca qui'. Testi di ancoraggio dovrebbero essere tematicamente correlati alle parole chiave del titolo. Professionisti SEO danno grande importanza alla promozione dei link in entrata che contengono testi di ancoraggio ricchi di parole chiave.
  • Link Authority globale del sito: una metrica per valutare la popolarità e la rilevanza globale del sito all'interno della sua comunità online. Utilizzare uno strumento come Linkscape per misurare i link delle pagine e l'autorità della homepage di un sito. Tuttavia, solo aumentando il numero grezzo di link in entrata non è così utile come garantire un'alta percentuale di questi provengono da siti che a loro volta hanno una buona posizione in termini di autorità e di link di popularità globale.
  • Il nome dominio giusto. Si tratta di un indicatore importante per i motori di ricerca, e un elemento di marketing potente per potenziali nuovi clienti (per ricordare e tramandare). Il fatto che alcune marche (Google, Bing, Yahoo!) hanno avuto successo è più nonostante il loro nome strano che a causa di esso. Una società solida e rispettabile dovrebbe avere un nome univoco che non troverà ambiguità nei risultati di ricerca. Il TLD (top level domain) .com non fornisce un aiuto supplementare per un business fortemente localizzato. Google darà la preferenza alle attività che si associa con la clientela locale (ad esempio negozi mainstreet), cioè ai domini con localizzate ccTLD (country code top level domain). Geolocalizzazione è importante e il nome del dominio riflette questo.
  • da fare

    • Buone strutture sono poco profonde
    • Progettare il sito in modo che sia il meno profondo possibile, senza cedere troppo utilità. Assicurarsi che la struttura di collegamento in entrambe le direzioni è chiara e logica e il tema sia specifico a tutti livelli.

    • site:domain check
    • Eseguire una serie di ricerche di prova su tutti i motori di ricerca, anteponendo la query con uno specifico limitatore del dominio. Per es., per verificare il numero di pagine di ScienceLibrary.info indicizzati, immettere sito: www.sciencelibrary.info nel campo query. Confronta questo per il numero effettivo per identificare se ci sono vicoli senza uscita non intenzionali creati dai 'nofollow' e/o 'noindex' nei robots meta tag.

    • Checklist keyword
    • Mentre il sito sviluppa, controlla regolarmente la distribuzione di parole chiave contro l'elenco creato nella fase di brainstorming. Assicurarsi che una singola pagina è strategicamente focalizzata su una sola parola chiave, e che due pagine non mirano la stessa parola chiave.

    • Contenuti unici
    • Verificare la presenza di contenuti duplicati. Se due pagine (o due siti) devono contenere lo stesso contenuto, o molto simili, assicurarsi che solo uno solo è indicizzato e l'altro è bloccato (noindex nel meta tag 'robots'). Verificare questa con una ricerca di stringhe a pieno titolo ai doppi apici ("...").

    • Canonical redirect
    • URL senza la 'www.' prefisso dovrebbero essere 301 reindirizzati al sito con il prefisso 'www.', o viceversa. Questa evita la perdità di valore SEO (link juice) da uno all'altro.

    • URL descrittivi
    • Breve, concisa navigazione di facile comprensione per mezzi degli URL ricchi di parole chiave, piuttosto che URL illeggibili generati dinamicamente.

    • Controllo dei tag titoli
    • Assicurarsi che tutte le pagine hanno un titolo unico che descrive a parole reali il contenuto unico della pagina. Il più vicino all'inizio del tag titolo le parole chiave compaiono il meglio per il beneficio SEO di posizionamento nelle SERP. I titoli non dovrebbero essere lunghi più di 70 caratteri.

    • Equilibrio dei contenuti
    • Assicurarsi che le pagine importanti hanno abbastanza contenuto, e fare uso di tag di intestazione (h1, h2, etc.). Non mettere il contenuto principale troppo in profondità verso il basso nella gerarchia.

    da non fare

    • URL dinamici
    • Non usare ID di sessione o altre informazioni codificati nell'URL. Questo è un tipico problema causato dai template CMS. L'URL è una guida importante per la navigazione sia per l'utente umano e lo spider del motore di ricerca. Dovrebbe essere breve, e contenere non più di due o tre parole chiave in ordine di importanza gerarchica.

    • Link non-HTML
    • Non utilizzare i collegamenti generati in modo tale che non appariscono nel codice sorgente HTML della pagina. Se un collegamento è generato da JavaScript, Flash, o altri mezzi, sarà invisibile ai motori di ricerca.

    • Contenuto nascosto
    • Non impedire i ragni da eseguire la scansione del contenuto. Un formulario (ad esempio un login utente), che dev'essere riempito prima di consentire la visualizzazione del contenuto, nasconde questo contenuto dai motori di ricerca. Considerate questo durante il processo di design della architettura delle informazioni del sito.

    • 302 redirect
    • Non utilizzare reindirizzamenti 302, che non passano valore SEO (link juice). Utilizzare la reindirizza 301 (permanente) al fine di garantire il valore SEO del contenuto collegato viene trasferito al nuovo URL. Ancora una volta, questo è uno svantaggio di template, che hanno queste cose hard-wired in loro, e non consentono agli utenti di modificare le opzioni a quelle SEO-friendly.

    • Keyword stuffing
    • La pratica di saturare un sito con ogni possibile parole chiave in ogni occasione. Questo ha un'effetto finale al contrario di quello voluto. Si indebolisce la struttura complessiva del sito. I motori di ricerca sono alla ricerca di associazioni semantiche tra il testo e titoli e link. Troppe parole chiave in una pagina confondono entrambi gli esseri umani e ragni.

    • Link esterni di bassa qualità
    • Non collegare a qualsiasi sito che non è utile per gli'utenti del Suo sito. Collega solo ai siti di alta qualità, e pertinenti al tema della pagina proveniente. Nel link-building, la qualità supera quantità per una questione di diversi ordini di grandezza.

    • Contenuti duplicati
    • Non cannibalizzare il proprio link juice e confondere i motori di ricerca e gli utenti riguarda quale documento sia l'originale autentico. Assicurarsi che tutti i contenuti è unico, e che non esistano violazioni di copyright. Se lo stesso contenuto deve apparire in due punti (non raccomandato), assicurarsi che i 'nofollow' e 'noindex' opzioni sul quello che lo 'presta' sono a posto.

    Queste informazioni sono importate dal nostro sito www.sciencelibrary.info. Per ulteriori informazioni, vi prego di consultare il sito, o contattarci.

SaraOrdine

ZumGuy Internet Promotions

ScienceLibrary